8 Rituali Quotidiani Per Il Tuo Benessere Interiore

La vita di ogni individuo è una collezione di tanti momenti che testimoniano (nel bene e nel male) lo stile dei suoi pensieri, scelte e comportamenti.

Esistono tanti modi attraverso cui è possibile rispondere ad una critica, un complimento o magari un problema: taluni si ribellano, altri tollerano in silenzio, ed altri ancora invece sopportano camuffando imbarazzo e disagio.

Vivere bene non significa agire in linea con ciò che caratterialmente risulta più istintivo e semplice da fare, bensì modellare uno stile di pensiero e comportamento che rappresenti la risposta più efficace per la situazione da affrontare.

E chiaramente non sempre ciò che è più efficace coincide con ciò che è più semplice. Anzi, molto spesso è proprio il contrario.

Di seguito per te 10 piccoli rituali di comportamento che se forgiati con quotidianità e costanza, ti permetteranno di infondere benessere ed armonia alla tua intera esistenza ed a quella delle persone attorno a te.

#1. Ignora le critiche

Qualcuno ha detto che ci vuole meno sforzo mentale a condannare che a pensare.
(Emma Goldman)

Le persone che si interessano tanto alla vita altrui sono le stesse che reputano poco interessante la propria esistenza.

Dunque non offrire il tuo tempo (una risorsa tanto unica quanto preziosa) a chi del tempo non ne fa tesoro.

E soprattutto non commettere il medesimo errore di chi preferisce pensare agli altri per non doversi tristemente occupare di sè.

Interessati di te, dei tuoi obiettivi e della tua esistenza. E ricorda che chi critica è molto spesso colui che non sa costruire.

#2. Diffondi belle notizie

Conta i fiori del tuo giardino, mai le foglie che cadono.
(Romano Battaglia)

Sai cosa succede al tuo organismo quando lo sottoponi allo stimolo incessante di preoccupazioni, calamità e sventure?

Si alimenta di ansia, stress e pessimismo, che come ben immaginerai non sono fattori ottimali di benessere e salute.

Chiaramente la vita non è tutte rose e fiori ed è normale riflettere su ciò che di triste, pericoloso o magari drammatico stia accadendo in ogni parte del mondo.

Ma la vita non è solo questo.

Ed è importante che tra i pensieri della tua mente ci sia spazio anche per immagini di gioia, ottimismo e benessere.

Perché se delle rose continui a osservare le spine, non potrai mai assaporarne la fragranza.

#3. Chiarisci i malintesi

Peggio di un’incomprensione c’è solo un’incomprensione che forse non verrà mai chiarita.
(Laros_s, Twitter)

  • Hai delle situazioni in sospeso da sistemare? Affrontale
  • Hai delle questioni urgenti da mettere a posto? Sistemale
  • Hai delle persone care con cui senti l’urgenza di doverti chiarire? Incontrale

Gli equivoci generano tensioni e fino a quando non interverrai per sistemare ciò che di fastidioso si è insinuato nella tua esistenza vivrai sobbarcando l’animo di un costante senso di frustrazione e sordo disagio.

È seccante (ed a volte tremendamente faticoso) affrontare le difficoltà ma nel lungo periodo è ancora più faticoso e oneroso pretendere che non esistano o tergiversare su di esse.

Rimboccati le maniche e fai quello che deve essere fatto per iniziare a stare meglio.

Costi quello che costi. Sfratto dalla tua amata “zona di confort” incluso.

#4. Riconosci i tuoi meriti

Mi chiedi qual è stato il mio più grande progresso? Ho cominciato a essere amico di me stesso.

(Lucio Anneo Seneca)

Forse non ho capito bene.

Tutti là fuori hanno almeno una cosa per cui essere apprezzati e stimati, e tu vuoi farmi credere di non aver diritto ad appuntare nemmeno una stellina di merito sul tuo petto?

Sicuramente non sei un essere umano perfetto, hai tanti difetti, e magari anche tanti aspetti della tua vita rispetto a cui ancora non ti senti in equilibrio e particolarmente soddisfatto.

Ma tutto ciò premesso ed a dispetto dei traguardi che fino ad oggi sei riuscito a mancare o tagliare, ricordati che VALI.

Ricorda che sei IMPORTANTE.

Ricorda che anche tu, come chiunque altro, sei portatore sano di difetti e ovviamente PREGI.

#5. Impara a dire Grazie

“Grazie” è la migliore preghiera che chiunque possa dire. Grazie esprime gratitudine estrema, umiltà, comprensione.
(Alice Walker)

Il ringraziamento è tra le più alte e potenti forme di pensiero.

Ogni volta che pronunci la parola GRAZIE non solo elevi il tuo campo energetico in termini di vibrazioni ma orienti anche il pensiero verso l’abbondanza e la generosità della vita.

Colui che sa ringraziare ha imparato a sostituire le lamentele con l’apprezzamento.

Colui che sa ringraziare coglie il valore di ogni dono quotidiano e non rischia di dare nulla per scontato.

Colui che vive nella gratitudine regala a se stesso la possibilità di sperimentare il Paradiso in ogni angolo della sua terra.

#6. Non cercare di avere sempre ragione

Non basta avere ragione: bisogna avere anche qualcuno che te la dia.
(Giulio Andreotti)

Esistono persone con cui vale la pena misurarsi ed essere saldi nelle proprie posizioni, ed esistono individui con cui invece ogni discussione è solo uno spreco vano di energie e risorse.

Evita sempre ogni discussione fine a se stessa e pondera in maniera consapevole e giudiziosa il merito di ogni confronto.

Che talvolta è molto più sensato occuparsi della propria serenità piuttosto che scendere in campo per una ragione che già in partenza sai non verrà mai riconosciuta come tale.

#7. Riconosci le tue emozioni

Una mente tutta logica è come un coltello tutto lama. Fa sanguinare la mano che lo usa.
(Rabindranath Tagore)

Conosco un numero veramente molto ampio di persone che vivono ignorando completamente le loro esigenze, sensazioni ed emozioni.

E sempre questo genere di persone entra in confusione quando rivolgi loro domande del tipo: Come stai? Posso fare qualcosa per te? Come ti senti in questo momento?

Vivere non è una questione di tempo ma di significato. Ovvero: al di là di quello che fai nel tempo che scorre, ciò che più conta sono le sensazioni che ti resteranno di quel tempo che è trascorso.

Fai bene, e fai col cuore.

Impara ad emozionarti, e smetti di vivere distrattamente.

Che (come certamente avrai già sentito dire) l’essenziale è invisibile agli occhi.

#8. Impara a dire di No

Quando dici “Sì” a qualcuno assicurati di non dire “No” a te stesso.
(Anonimo)

Esistono i limiti ed esistono per essere rispettati.

Una cosa è essere disponibili nei confronti di qualcuno, ed altra cosa invece è essere a disposizione.

Ricorda che in ogni relazione saper ANCHE dire di No è un comportamento molto sano utile a ripristinare il giusto rispetto ed equilibrio tra le parti.

Stabilisci sin da subito dentro di te delle cornici di presenza ma anche di silenzio; di offerta ma anche di richiesta; di possibilità ma anche di negazione.

E non trascurare che essere autenticamente in relazione con il prossimo vuol dire prima di tutto essere in relazione con se stessi e i propri bisogni.

  • Ti è piaciuto questo articolo?
  • Rispetto a quale tema ti sei sentito particolarmente stimolato e interessato?
  • Quale considerazione desideri condividere nella community del blog?

Ti leggo con molto piacere nello spazio riservato ai commenti, e GRAZIE per le eventuali condivisioni del post (per farlo ti basta semplicemente cliccare sui pulsanti di sharing più sotto).

Ogni bene per te, Daria

Posted by

Life Coach, Trainer

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.