Dalla spiaggia con amore

In questi giorni sono al mare con i miei figli, con l’intento di godere al 100% tutti i benefici della loro compagnia! spiaggiaSolitamente durante i mesi scolastici siamo tutti (sia io che loro) piuttosto di corsa e sempre assorbiti dai rispettivi impegni, quindi mi rendo conto che arrivo a metà estate proprio con l’urgenza e la necessità di passare del tempo esclusivo con loro…da mamma e null’altro.

A suo tempo ho anche avuto la lungimiranza di scegliere un lavoro che per buona parte potesse viaggiare con me (bastano il Mac e la connessione WiFi), quindi seppur lontana da casa riesco a gestire tranquillamente mail, progetti, scadenze e altro organizzandomi nelle ore in cui Tommaso e Isabella stanno dormendo (al contrario quando sono svegli….non ce n’è davvero per nessuno!! 😀 )

Non so se sia per colpa (o merito) dell’estate e del clima vacanziero, o semplicemente perché questo tema urge più di altri nella vita delle persone, mi sono ritrovata l’altro giorno a rispondere a 3 coachee in panne per questioni di cuore. Perché X mi ignora? perché X sembra non curarsi del nostro rapporto? come posso recuperare la mia storia d’amore? cosa devo fare per migliorare la mia relazione affettiva e vivere più serenamente? in che modo tu coach, e tutti i tuoi strumenti di Pnl & Neurosemantica, mi potete aiutare?!

Un mito da sfatare, è l’idea che si possa ricorrere ad un rimedio rapido ed efficace per riportare velocemente le relazioni allo stato di salute desiderato; se la medicina allopatica ci ha abituati a ricorrere ad ogni genere di pillola per lenire e mascherare qualsiasi nevralgia e malessere corporeo, sul fronte della crescita personale non esistono pilloline altrettanto efficaci, immediate e “miracolose” cui delegare la risoluzione di target (obiettivi) relazionali, personali ed intrapersonali.

Se per esempio il nostro obiettivo è quello di lavorare ad una relazione più serena ed equilibrata con il nostro partner, quello che la Pnl e la Neurosemantica possono fare nello specifico è dotare la persona degli strumenti necessari affinché possa gestire al meglio i propri pensieri, i propri stati d’animo, i propri comportamenti e le proprie parole.

Quindi non capita che dall’oggi al domani (per esempio) spariscano le pene d’amore e improvvisamente ci si scopra partner virtuosi; le pene d’amore sono sempre lì, quello che cambia piuttosto è il nostro approccio ad esse e la modalità con cui siamo in grado di affrontare più in generale ogni tipo di difficoltà. Tutto ciò ovviamente comporta che vi sia un impegno attivo, diretto e responsabile da parte del soggetto richiedente; diversamente, nessun mutamento (nelle condizioni di vita) senza cambiamento (del proprio modo di pensare ed agire).

E dai lidi caldi e sabbiosi in cui mi trovo in questi giorni, mi è venuta in mente una bellissima metafora proprio in tema d’amore nonché a parziale risposta per i miei coachee ed i loro interrogativi sentimentali.

Buona lettura anche a te, e non dimenticare di lasciare un commento al post scrivendo nell’apposito box che trovi in fondo alla pagina. Ci tengo molto a conoscere la tua opinione, grazie 🙂

Una mamma e suo figlio stanno camminando dolcemente lungo la spiaggia. Ad un certo punto, il ragazzo si gira verso la madre e con sguardo interrogativo domanda: “Mamma, com’è possibile mantenere e far durare un Amore?”

La mamma guarda il figlio, e con un sorriso lo invita a raccogliere un pò di sabbia: “Tesoro prova a conservare questa sabbia stringendola nel tuo pugno chiuso…”.

Il ragazzo serra la sua mano attorno alla sabbia, e si accorge che quanto più stringe la presa tanto più la sabbia scorre dal suo pugno. “Mamma, è impossibile conservare la sabbia in questo modo; mi scappa da tutte le parti!”, risponde il ragazzo.

“Lo so. Ora prova a fare il contrario: raccogli sempre della sabbia, e lascia la tua mano completamente aperta… “, risponde la donna.

Il figlio ubbidisce, e si accorge che parte della sabbia cade dalla sua mano all’istante; quel che resta invece, viene portato via subito dopo da una debole folata di vento. “Anche così non funziona mamma…”, considera mestamente il ragazzo.

Sempre sorridendo, la mamma gli si rivolge invitandolo a fare altro: “Adesso prova a fare così: raccogli della mano con sabbiasabbia, e tienila nella tua mano semichiusa come fosse un cucchiaio… Lascia che la tua mano non sia troppo aperta, in modo da riuscire a custodire la sabbia; e nemmeno troppo chiusa, in modo da evitare di imprigionarla “.

Il ragazzo tenta nuovamente, e si rende conto che la sabbia è trattenuta dalla sua mano sufficientemente per non sfuggirgli, e per essere al tempo stesso anche protetta dal vento.

“Ecco come far durare un amore tesoro…”

Ecco come far durare un’amore: offrendo sostegno, presenza, valore…e libertà. Ecco come far morire un amore: pretendendo, prevaricando e…soffocandone lo spirito vitale con prese ansiose e morbose.

In effetti, i rapporti umani sono spesso un disastro perché gran parte dell’umanità non capisce che entrare nel cuore delle persone non è una conquista ma una straordinaria opportunità. -Marilyn Monroe

Desideri ricevere la mia newsletter quindicinale? Compila il form di iscrizione che trovi qui.

Vuoi conoscermi meglio? Qui mi presento.

Posted by

Life Coach, Trainer

4 thoughts on “Dalla spiaggia con amore

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.