Il lavoro…non “lavora”? 3 consigli per te

Quali sono le qualità necessarie per raggiungere i tuoi obiettivi? Cosa è importante sapere…e cosa invece fare? Inoltre in termini di impossible - possible“competenze trasversali”, qual’è il miglior approccio personale con cui affrontare la lunga scalata verso il successo (mi riferisco per es. alle convinzioni che sorreggono i tuoi propositi, agli stati emotivi con cui vivi la tua esperienza, ai pensieri che fanno capolino nella tua mente, etc.)?

Ecco 3 suggerimenti per guidarti ed ispirarti; buona lettura, e se ti è possibile lascia un commento nel box in fondo alla pagina! Mi farebbe piacere scambiare qualche parola con te 😉

1. Tempo addietro mi sono recata in una piccola profumeria di città, con l’intenzione di comprare un regalo per me: cercavo un profumo che fosse il “mio” profumo, e non avevo la minima idea di cosa alla fine avrei acquistato. Mi sono ritrovata in un ambiente di circa 30mq, tempestato in ogni dove di essenze e fragranze profumate, decisamente troppo numerose perché mi ci potessi raccapezzare da sola.

Ben altra disinvoltura invece esibiva la responsabile del negozio, che mi ha salutato rivolgendomi alcune domande (“desidera un’essenza fruttata o speziata? di durata persistente o impalpabile? etc.”). Mano a mano che le rispondevo, notavo quanto rapidamente sfoltisse la giungla di quegli innumerevoli boccettini tutto attorno, riducendoli davanti ai miei occhi ad un carnet di soli 3 opzioni papabili (tra cui ho poi scelto, con soddisfazione, quell’unica definitiva).

La signora di cui vi ho appena raccontato poco sopra, è un perfetto esempio di competenza tecnica ed expertise nel proprio campo professionale; io non sono entrata nel negozio chiedendo di un prodotto specifico (nome e marca del profumo X – in tal caso, mi sarei potuta servire da sola), bensì ricercando una vera e propria consulenza da un esperto. E questo è quanto ho trovato, ovvero competenza, esperienza e grande lungimiranza; qualità proprie di chi alimenti costantemente la propria attività con interesse, passione e curiosità.

Sto ancora imparando – Michelangelo

Quando tempo dedichi al tuo aggiornamento professionale? Stai mantenendo viva la curiosità di sapere, imparare, conoscere e approfondire, così da acquisire competenze di riferimento nel tuo settore?

2. Essere competenti però non è l’unico elemento per un business di successo. Un secondo aspetto chiave ha a che fare con l’unicità del tuo servizio, ovvero: in che modo quello che proponi si distingue da ciò che di simile offrono anche gli altri? in che modo aggiungi valore alla vita dei tuoi potenziali clienti? offrendo cosa? facendo cosa di unico e singolare?

Starbucks è una catena internazionale di caffetterie con sede a Seattle, diffusa in circa 58 paesi e quotata in borsa. Il segreto di tanto successo? Prodotti di qualità, spazi comodi e confortevoli, ed un impeccabile accesso Wi-Fi gratuito: in sostanza, un corollario di servizi che invogliano chiunque ad intrattenersi e consumare, cogliendo occasione anche per lavorare.

Durante il viaggio in America che ho fatto con Lisa per es., Starbucks era il nostro appuntamento quotidiano: ci recavamo lì per fare colazione, e nel mentre eravamo certe di poter scaricare e rispondere alle e-mail, telefonare gratuitamente con Skype, e navigare sul web in cerca di info utili per la nostra giornata turistica. Inoltre, l’ambiente era ospitale a tal punto da sentirci a nostro agio anche quando ci trattenevamo semplicemente per ripararci dal freddo della città.

Quante caffetterie conoscete con tutta questa serie di servizi annessi per il cliente?

3. Sii costante, e perseverante. La strada verso il successo non è una traiettoria rettilinea senza ostacoli ed imprevisti, quanto piuttosto un sentiero tortuoso ed impervio; e le difficoltà lungo il cammino, non sono altro che la testimonianza del fatto che appunto…stai camminando, e procedendo!

Il successo è l’abilità di passare da un fallimento all’altro senza perdere il tuo entusiasmo. Winston Churchill

Credi in ogni singola cosa che fai, crea sinergia tra la tua attenzione e le tue intenzioni, trai insegnamento da ogni step per il successoesperienza (la capacità di apprendere dal feedback), e continua a muoverti ed andare avanti. Howard Gardner (psicologo e docente statunitense), sostiene che ogni persona ha bisogno di 10 anni di studio ed esperienza per padroneggiare ed eccellere al meglio in ciò cui si voglia dedicare.

Riconosci e dai valore tanto ai tuoi successi quanto ai tuoi fallimenti: ogni esperienza ti suggerisce esattamente cosa fare e cosa NON fare, e la consapevolezza di come ogni vissuto sia da insegnamento e miglioramento, rinnoverà le tue energie sia fisiche che mentali.

Sei disposto/a ad investire il tuo tempo per imparare e migliorare? Sei consapevole di aver bisogno di tempo per eccellere in ciò che fai?

Tutto ciò facendo, non dubitare: continuerai a camminare ed il tuo lavoro camminerà con te.

Desideri ricevere la mia newsletter quindicinale? Compila il form di iscrizione che trovi qui.

Vuoi conoscermi meglio? Qui mi presento.

Posted by

Life Coach, Trainer

2 thoughts on “Il lavoro…non “lavora”? 3 consigli per te

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.