A buon intenditor…

Conoscete la storia di Abraham Lincoln? è probabilmente uno tra i più grandi esempi di tenacia e perseveranza che sia mai esistito. Quando vi trovate in difficoltà, e quando le difficoltà vi stanno mettendo a dura prova, rinfrescate la mente con quanto leggerete a seguire e sappiatene trarne ispirazione per voi stessi. Inoltre, ricordatevi anche che le avversità possono essere delle formidabili occasioni di evoluzione e crescita: Dante non è forse transitato dall’Inferno prima di arrivare al Paradiso?!
anziana che solleva pesiPensate per un momento al vostro corpo: in che modo ne forgiate allenamento e tonicità? sottoponendolo a pesi, difficoltà e resistenze di volta in volta maggiori e progressivamente da vincere e superare. Sapete bene che finché non avvertite lo sforzo, lo spasmo e la tensione dei muscoli non vi state adoperando a sufficienza per allenarli a crescere e rafforzarsi ulteriormente. La vita offre il medesimo principio a ciascuno di noi: pesi, difficoltà e problemi progressivamente da vincere e superare con il benefico scopo di forgiare ed allenare i “muscoli” della nostra crescita personale e spirituale. Come dico durante i miei vari corsi, smettiamo di credere di essere in balia di un destino avverso e sventurato con l’unica chance di soccombergli: iniziamo ad assumere la piena responsabilità della nostra vita, adoperiamoci concretamente ed in prima persona per i traguardi cui ambiamo, e dinanzi alle difficoltà impariamo a domandarci “in che modo tutto quello che mi sta capitando può essermi d’aiuto? quali capacità personali mi sta permettendo di esplorare e sviluppare?”.

Come avevo premesso ecco la storia di Abraham Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti tra i più importanti e popolari universalmente riconosciuti.

  • 1809 Anno di nascita.ALincoln
  • 1816 La sua famiglia viene sfrattata; deve lavorare per sostenerla.
  • 1818 Muore sua madre.
  • 1831 Fallisce in affari.
  • 1832 Si candida al parlamento statale: sconfitto.
  • 1832 Perde il lavoro. Vuole entrare alla facoltà di giurisprudenza ma non viene ammesso.
  • 1833 Chiede dei soldi in prestito ad un amico per avviare un’attività ed alla fine dell’anno è già in fallimento. Passerà i successivi 17 anni di vita a ripagare il debito.
  • 1834 Si candida di nuovo al parlamento statale: eletto.
  • 1835 Si fidanza ma la promessa sposa muore; ha il cuore a pezzi.
  • 1836 Ha un grave esaurimento nervoso e rimane a letto per 6 mesi.
  • 1838 Cerca di diventare presidente del parlamento statale: sconfitto.
  • 1840 Cerca di diventare elettore delegato: sconfitto.
  • 1843 Si candida al Congresso USA: sconfitto.
  • 1846 Si candida nuovamente al Congresso (questa volta è eletto), va a Washington e fa un buon lavoro.
  • 1848 Si candida per la rielezione al Congresso: sconfitto.
  • 1849 Fa domanda per diventare amministratore demaniale del suo Stato: respinta.
  • 1854 Si candida al senato degli Stai Uniti: sconfitto.
  • 1856 Cerca la candidatura a vicepresidente al congresso nazionale del suo partito: ottiene meno di cento voti.
  • 1858 Si candida di nuovo al Senato USA: sconfitto.
  • 1860 Eletto Presidente degli Stati Uniti.

La sensazione di essere obbligati a continuare è presente in tutti noi. Il dovere di sforzarsi è il dovere di tutti noi. Io sentivo il richiamo di questo dovere. A. Lincoln

C’è forse qualcosa (pensiero…problema…responsabilità) che a partire da domani vi impegnate a riconsiderare? credete ancora che la vita vi stia suggerendo di non aspirare a nulla di più rispetto a quanto già avete? Credete che arrendervi sia di servizio a voi…oltre che agli altri? A buon intenditor….

Lascia un tuo commento al post: mi fa molto piacere sapere cosa ne pensi, grazie!

Desideri ricevere la mia newsletter quindicinale? Compila il form di iscrizione che trovi qui.
Vuoi conoscermi meglio? Qui mi presento.

Posted by

Life Coach, Trainer

7 thoughts on “A buon intenditor…

  1. 1865: fatto fuori ! Una certa aria da becchino ce l’aveva e la fortuna non guardava sicuramente dalla sua parte.

    1. Certamente, il mandato di Lincoln durò fino al 1865! E certamente Lincoln malgrado le premesse di cui ho scritto sopra riuscì ad ottenere quel mandato, e riuscì a passare alla storia come uno tra i più importanti presidenti statunitensi.

      1. Fu assassinato, povero diavolo, penso avrebbe preferito essere ricordato meno dai posteri e vivere un po’ di più !

  2. Certo Daria che hai un tempismo….sto passando un periodaccio,io e la mia famiglia,soprattutto economicamente…da piangere sul serio…e questo è proprio un articolo a fagiolo!!!!!Grazie!!Danila.

  3. complimenti Daria; mi è piaciuto molto lo stile del racconto, e le conclusioni/ riflessioni e le domande che poni! Complimenti!!!!

  4. Grazie Daria!! Un articolo così proprio mi serviva!
    Quanto è importante la perseveranza e quanto spesso me ne dimentico!
    Ottimo Lavoro ed Ottima Riflessione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.